News

27/04/2018 00:00

Comunicato Stampa

Anche l’AMP Isole Egadi al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali alla presentazione della misura del FEAMP 2014/2020 per la sosten

Ieri a Roma, presso la Direzione Generale della Pesca Marittima e dell’Acquacoltura del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, si è tenuta una riunione con gli Enti gestori delle Aree Marine Protette italiane, al fine di presentare alcune misure previste dalla programmazione FEAMP 2014/2020, per la sostenibilità della pesca professionale nelle aree marine protette.
Alla riunione erano presenti anche rappresentanti del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e di Federparchi. Per l’AMP Isole Egadi era presente il Direttore, Stefano Donati.
L’importante iniziativa, nata grazie all’impegno di Federparchi-Europarc, e maturata anche con il contributo e il modello dell’AMP delle Egadi, prevede l’avvio in tempi brevissimi di un bando esclusivamente dedicato alle aree marine protette, per progetti e studi da realizzare entro l’anno corrente. Il budget totale del progetto, che vedrà coinvolte 27 aree marine protette è di circa un milione e mezzo di euro.
“Un plauso all’iniziativa condotta dal Ministero delle Politiche Agricole” è il commento del Presidente dell’AMP, il Sindaco Giuseppe Pagoto “un segnale positivo che attendevamo da tempo. Il dialogo tra i due ministeri su questo tema è strategico”.
Il Direttore dell’AMP, Stefano Donati, al termine dell’incontro aggiunge “La riunione di oggi è un momento storico, un punto di partenza ma anche un traguardo importante, che segna il punto di svolta nel processo di dialogo sulla gestione delle attività di pesca. L’auspicio è che questo primo passo, possa essere l’inizio di un nuovo percorso di condivisione di strategie e punti di vista. Un ringraziamento speciale va a chi si è speso per raggiungere questo risultato, in particolar modo a Federparchi, in particolare nelle persone del presidente Sammuri e del vicepresidente Sanna, oltre all’ex europarlamentare Enzo Lavarra, che l’anno scorso è stato anche in visita alle Egadi.