News

29/12/2017 00:00

Comunicato Stampa

Giocando s’impara, con la Tombola di Natale dell’Area Marina Protetta

 

Anche quest’anno in occasione delle festività natalizie, l’Area Marina Protetta 'Isole Egadi' ha organizzato delle giornate dedicate ai bambini delle isole, con una tombolata di gruppo. Il classico gioco della tombola, riadattato e realizzato ad hoc con le immagini della flora e fauna dell’area marina protetta, è stato distribuito a tutti i bambini delle isole e nel corso della prossima estate sarà posto in vendita, per i turisti più piccini.

Il 27 dicembre pomeriggio, nei locali di Palazzo Florio a Favignana, una trentina di bambini hanno partecipato con entusiasmo al gioco della “Tombola del mare”, cercando e riconoscendo sulle loro cartelle gli organismi marini, associati ai numeri che i collaboratori dell’Area Marina Protetta piano piano estraevano e illustravano.

Ovviamente l’entusiasmo cresceva al momento della vittoria del premio spettante, che quest’anno consisteva in alcuni gadget legati sempre al tema del mare o ai giochi da tavolo. Premio finale della tombola una maschera subacquea, per poter apprezzare dal vivo le bellezze sommerse del nostro mare. Al termine ciascun partecipante ha ricevuto in dono anche il nuovo calendario 2018 dell’Area Marina Protetta.

Il 29 dicembre nel pomeriggio si replica sull’Isola di Levanzo, dove quest’anno, per la fine dell’anno, si è formato un bel gruppo di bambini isolani. A breve, appena miglioreranno le condizioni meteomarine, la tombolata avrà luogo anche nell’Isola di Marettimo.

Soddisfazione è stata espressa dal Presidente dell’AMP e Sindaco del Comune di Favignana, Giuseppe Pagoto, che ha commentato “È importante coinvolgere i piccoli abitanti delle isole in queste attività, soprattutto se si riesce ad associare al gioco dei momenti didattici sui temi della natura e della conoscenza delle loro isole. E’ emozionante vedere i bambini contenti e coinvolti nello stesso tempo, mentre apprendono, quasi inconsapevolmente, piccole nozioni di biologia marina”.